CROCODILES a Ottobre in Italia: 4 Torino, 5 Carpi (MO), 6 Bologna

0
 Arrivano i CROCODILES con il sesto lavoro “Dreamless” in uscita ad Ottobre e tre concerti in italia :
4 Ottobre all’ Astoria di Torino, 5 Ottobre al Mattatoio di Carpi, 6 Ottobre al Freak Out di Bologna.

I Crocodiles si sono guadagnati il loro posto tra le band americane rock’n’roll più coinvolgenti, laboriose e consistenti degli ultimi anni, capaci di rinverdire lo shoegaze dei Jesus & Mary Chain con una sana iniezione di pop romantico e punk in odore di Ramones. 

I Crocodiles ci danno un primo assaggio del nuovo album ,” Dreamless” registrato a Città del Messico, con il singolo “Telepathic Lover”.
Ascolta il singolo Telepathic Lover” primo singolo da ‘Dreamless’

CROCODILES Tour:

4 Ottobre– Torino, Astoria
Vial Claudio Luigi Berthollet, 13 – Torino/ Inizio concerti ore 22.00 / 
Info: www.astoria-studios.com Prevendite: www.astoria-studios.com

Ottobre – Carpi (MO), Mattatoio Culture Club
Via Pio Rodolfo, 4 – Carpi(MO) / Inizio concerti ore 21.30/  
Info: www.mattatoiocultureclub.it Prevendite: www.eventbrite.it/

Ottobre – Bologna , Freakout Club
Via Zago Emilio, 7- Bologna / Inizio concerti ore 22.00/ 
Info:www.facebook.com/FreakoutClubBologna/ Prevendite: prevenditefreakout@hotmail.it

Info tour:
www.GrindingHalt.it
www.facebook.com/GrindingHaltConcerti




Arriva da un periodo di turbolenze il sesto album “Dreamless” dei Crocodiles su Zoo Music, la band di 
Brandon Welchez e Charles Rowell è una delle più influenti del panorama americano indipendente, con una produzione musicale effervescente che questa volta dà alla luce un album esplorativo e al tempo stesso molto ben messo a fuoco. Mentre i primi due album della band, ‘Summer of Hate’ e ‘Sleep Forever’, sono caratterizzati da uno stufato di psichedelia piena di fuzz e i seguenti tre, Endless Flowers’, ‘Crimes of Passion’ e ‘Boy’ da una propensione di Welchez e Rowell per mischiare la sensibilità del Pop con chitarre noise e una produzione tagliente, “Dreamless” vede il duo impegnato in un cambiamento artistico che va nella direzione di suoni più caratterizzati da sintetizzatori spaziali e pianoforti, che mettono le chitarre in secondo piano.

“Siamo sempre stati una guitar band e penso che volevamo solo sfidare noi stessi e la nostra estetica” dice Welchez
“Non è stata una decisione consapevole ma dopo la prima settimana il mantra di Charlie era diventato – f..k guitars -. Solo una canzone non ha nemmeno una chitarra, ma in generale abbiamo cercato l’utilizzo di suoni alternativi.“
Il titolo dell’album funziona sia a livello letterale che metaforico“ Ho sofferto di insonnia per tutto il periodo delle session di registrazione. Ero letteralmente Dreamless (senza sonno)” racconta Welchez.
“Gli ultimi due anni sono stati difficili per noi – problemi di coppia, carriera nei guai, catastrofi finanziarie, problemi di salute”, continua “ Con questa mentalità pessimista era facile sentirsi come se il sogno fosse finito”
La coppia ha registrato le 10 tracce di Dreamless a Città del Messico in 6 settimane. Essendo divenuta qualcosa di spirituale (e per Welchez letteralmente) la casa del duo, scegliere D.F. come location per le registrazioni gli ha permesso di frequentare nuovamente il loro amico e occasionalmente compagno di gruppo MartinThulin (anche membro della band post-punk Expoded View).
Tra di loro, il trio condivide competenze strumentali, con Welchez e Rowel a fare la parte dei leoni per chitarra e basso, Thulin e Welchez per la batteria, e Thulin concentrato in gran parte sulle tastiere.
“Il rapporto con Martin servirà come punto cruciale nella storia della band” commenta Rowell.” In questo album Martin ci ha aiutato a portare il nostro songwriting e la nostra estetica verso più ampie estensioni”
Il lavoro di Thulin su Dreamless è in linea con le produzioni precedenti dei Crocodiles e riconcilia il focus della band sulle tastiere, con esperimenti per snellire la strumentazione
And you’ll burn and weep and suffer” (“E voi brucerete, piangerete e soffrirete”), dice il campionamento che apre “Dreamless”. “Il campionamento viene da un predicatore cristiano che a bbiamo trovato più di 15 anni fa e che avevamo già usato nel primo 7” che abbiamo mai fatto assieme quando eravamo ancora adolescenti” spiega Brandon Welchez. “All’epoca lo usavamo per divertimento, ridendo del trip di senso di colpa che esce da queste parole, ma ascoltandolo di nuovo nel nostro appartamento di Città del Messico, all’interno del contesto delle canzoni che stavamo cantando, ha assunto un’aria completamente differente. Ha perso il suo lato umoristico e ha cominciato a sembrare solamente un commento sulla vita”.
 
Certamente una visione inquietante, ma se i Crocodiles hanno davvero dovuto “bruciare, piangere e soffrire” per scrivere e registrare “Dreamless”, beh allora ne è davvero valsa la pena.

I CROCODILES saranno dalle nostre parti ad Ottobre: il 4 all’Astoria di Torino, il 5 al Mattatoio di Carpi, il 6 al Freakout di Bologna.

Info CROCODILES:

www.facebook.com/killcrocodiles
www.killkillkillcrocodiles.blogspot.com

www.killzoomusic.com
Share.

About Author

Comments are closed.