Si chiama ‘AZD’ il nuovo album di Actress, in uscita il 14 aprile su Ninja Tune

0
Si chiama ‘AZD’ (da pronunciare AZID), il nuovo album di Actress, in uscita il 14 aprile su Ninja Tune.

Dopo ‘R.I.P’, ‘Splazsh’ e ‘Hazyville’ e ‘Ghettoville‘, quest’ultimo annunciato con un comunicato stampa che conteneva un epilogo interpretato come un segno di ritiro dalle scene musicali, la nuova fatica di Darren Jordan Cunningham rispecchia invece ‘una nuova energia della sua identità‘ grazie a una produzione corposa, un viaggio per un nuovo sistema musicale in un mondo parallelo basato sul cromo.

‘Questa è la vitamina musicale della Metropolis’, dichiara Cunningham.

Anticipato dal singolo ‘X22RME‘ (da pronunciare Extreme), che interpreta con eleganza un classico rave orientale e una warehouse techno balinese in un avamposto della Rotherhithe, l’album contiene ‘Faure in Chrome‘, nata dalla recente collaborazione con la London Contemporary Orchestra, dove Cunningham riprogramma il Requiem di Fauré come se fosse stato ibernato e scansionato attraverso una banda ad alta frequenza. Tra le dodici tracce anche gemme come ‘Runner’, una personale rivisitazione di Blade Runner e  ‘Falling Rizlas’, una ballad con un carillon alienato.

L’album può avere varie chiavi di lettura: il cromo come superficie riflettente per osservare la propria anima, il  bianco e nero che rappresentano la metafora perfetta per la desolazione della vita nelle metropoli, come suggerito da Anish Kapoor in ‘Cloud Gate’,  l’arte di James Hampton e Rammellzee che hanno ispirato ‘CYN‘, il codice dei graffiti di Tikal, la Morte Nera di Star Wars e persino Jung con la sua Teoria delle Ombre.

‘translucent ambience coming from an incognito slightly on the
edge but eternally fixed paradigm.’ –
Darren Cunningham
Come se il nuovo disco in sé non fosse sufficiente, Cunningham sta anche preparando un nuovo live che debutta il 24 marzo a Londra all’interno di ‘Convergence’ al Village Underground.  Presentato come AZD, Cunningham dice che sarà un test per collegare più circuiti utilizzando varie forme di linguaggio, come midi, lirico, quello dei graffiti di Tikal e altri propri dei sintetizzatori. Lo scopo è creare uno strumento musicale intelligente chiamato proprio AZD.

‘Se funzionerà si produrrà il primo traslucido, una pillola sonora non solubile in sinergia con interpretazioni impressionistiche di attrezzature tecnologiche.’

‘AZD’ è arte, la creazione unica di una mente unica. Quest’anno ci saranno poche ‘suite’ musicali più distintive, brillanti o visionarie. Chiamatelo come volete, questo è l’anno in cui Darren ‘Daz’ Cunningham – aka Actress, alias AZD – affermerà, più chiaramente che mai, la sua completa indipendenza.

TRACKLIST

1. NIMBUS
2. UNTITLED 7
3. FANTASYNTH
4. BLUE WINDOW
5. CYN
6. X22RME
7. RUNNER
8. FALLING RIZLAS
9. DANCING IN THE SMOKE
10. FAURE IN CHROME
11. THERE’S AN ANGEL IN THE SHOWER
12. VISA

Share.

About Author

Comments are closed.