Pieralberto Valli: dopo l’uscita di Atlas, ecco le prime date live

0

PIERALBERTO VALLI

Il 24 febbraio è uscito ATLAS, il disco di debutto da solista del cantante dei Santo Barbaro, ecco le prime date live:

21_04: Sidro – Savignano sul Rubicone (FC)
24_04: Sisma c/o Altroquando – Treviso
28_04: Monk – Roma
30_04: Teatro Leopardi – San Ginesio (MC)
11_05: Base – Milano (con Berselli)
in aggiornamento…

Singoli usciti sinora:
“FRONTIERA” (regia di Roberto Rup Paolini)
Guarda e condividi il video: https://www.youtube.com/watch?v=7Zv2cfVnFhM&t=8s
“ATLANTIDE” (Regia di Loredana Antonelli)
Guarda e condividi il video:  https://www.youtube.com/watch?v=cuChH3prNk4

La stampa su ATLAS…
“Un suono corposo nella sua impalpabilità, con la voce magnetica di Pieralberto Valli che modella la pasta lattiginosa de I nostri resti, ritaglia i contorni sfumati de Il rumore del tempo e va a liberare i CSI rimasti impigliati nella delicata filigrana di Cosa Rimane.” (8/10) Guido Gambacorta – Blow Up
Un’elettronica malinconica e lunare” (8/10) Giovanni Linke – Il mucchio selvaggio
“Un disco notturno, che spicca per poeticità”. (7/10) Barbara Santi – Rumore
“Atlas va preso come punto di riferimento per la produzione pop alternativa di questa prima tranche di 2017.” (4/5) Marco Jeannin – Rockol
“Convincente l’esordio discografico del giovane cantautore Pieralberto Valli dal titolo “Atlas”, un viaggio musicale fra atmosfere retrò e contemporanee.” Francesca Amodio – Rockit
Un disco gravido di lirismo non-convenzionale”Ambrosia Imbornone – Rockerilla
“Pieralberto Valli è uno dei migliori scrittori di testi che abbiamo in Italia.” Fabrizio Zampighi – SentireAscoltare
Un talento purissimo” Paolo GrestaThe Parallel Vision
Atmosfere elettroniche cupe e interessanti con una vena cantautorale di tutto rispetto. Bel disco.” Roberto Peciola – Il Manifesto
 “Atlas è il primo disco importante del 2017, e non soltanto per la nostra regione. Cinque stelle.” Luigi Bertaccini – E20 Romagna
Un universo di malinconia foderata di silicio che potrebbe garantire (a Valli) una nuova giovinezza artistica.”Roberto Mandolini  – Ondarock
Atlas di Pieralberto Valli è il disco che mancava nel panorama musicale italiano.” (8/10) Stefano D’Elia –  Indie for bunnies
Una rivelazione assoluta” Lorenzo Becciani – Suffissocore
Un disco che apre la strada a nuovi orizzonti musicali per Pieralberto Valli e fa ben sperare per una fervida carriera solista”Nicolina Di Gesualdo  – Extra music magazine
 “Il cantautore riesce a modulare i propri concetti in un tutto organico molto plastico.” Fabio Alcini – Musictraks
Valli sembra aver trovato la formula perfetta, l’incantesimo magico affinché la sua musica sia terapeutica.” Mario Ariano – Music Coast to Coast.

 

CREDITS “ATLAS”
In uscita il 24/2/17 per Ribèss Records
Registrato e mixato al Cosabeat Studio da Franco Naddei.
Masterizzato da Giovanni Versari a La Maestà Mastering.
Testo e musica: Pieralberto Valli (*)
Arrangiamenti: Pieralberto Valli e Franco Naddei
(*) Il testo di Frontiera è liberamente tratto dal testo omonimo di Luca Barachetti. Musicisti: Franco Naddei: synth, elettronica // Valeria Sturba: violino, theremin Grafica: Johanna Invrea / Immagine di copertina: Erich Turroni Foto promozionali: Enrico Mambelli

Tracklist:
1. Atlantide, 2. Falso ricordo, 3. Frontiera, 4. I nostri resti, 5. Il rumore del tempo, 6. Cosa rimane, 7. La nona onda, 8. Esodo, 9. Non siamo Soli, 10. L’avvento dei futuri

 

Questo è senza dubbio un disco coraggioso e che vive fuori dal tempo.
Anzi, è un disco che viene da un posto dove forse il tempo si è fermato.

ATLAS è un album che parla di un viaggio iniziatico, quello del suo stesso autore. E come ogni viaggio iniziatico, va al di là del proprio tempo. Tra cantautorato ed elettronica, minimalismo ed ambient, i riferimenti di Pieralberto Valli spaziano dall’art-pop degli anni ’80 al cantautorato italiano più rigoroso e profondo, metabolizzando e reinterpretando tutto in modo personale sia dal punto di vista sonoro che lirico.

ATLAS è cantato in italiano, predilige il pianoforte per le sue melodie, piega a sé l’elettronica, ma non strizza mai l’occhio al mondo sintetico del pop odierno. E’ pop su un sentiero alternativo.

ATLAS come Atlante, il titano che regge sulle spalle il mondo, ma anche come “collezione di mappe”, le mappe usate dal navigatore-musicista per raggiungere il senso delle cose, senza l’ossessione di esserci, di piacere.

ATLAS è il debutto solista di Pieralberto Valli, già leader dei Santo Barbaro. Dal post-punk dei Santo Barbaro, Pieralberto Valli ha evoluto il proprio mondo musicale attraverso un sound più omogeneo puntando su testi che cullano, fanno tremare, fanno pensare. ATLAS è un disco da ascoltare con calma, un disco che richiede tempo e attenzione.

Pieralberto Valli ha pubblicato quattro dischi con i Santo Barbaro, “Mare Morto” del 2008, “Lorna” del 2010, “Navi” del 2012 e “Geografia Di Un Corpo” nel 2014, cui è seguita la pubblicazione del suo primo romanzo “Finché C’è Vita” con prefazione di Paolo Benvegnù. Insegnante di inglese, nato a Cesena nel 1980, Pieralberto Valli vive e lavora a Roma e in passato ha vissuto in Inghilterra, Bosnia e Spagna.

Read more: pieralbertovalli.com/ www.facebook.com/pieralbertovalli/

www.instagram.com/pieralberto_valli/ twitter.com/P_Alberto_Valli

Share.

About Author

Comments are closed.