ESNS17: intervista telefonica a JP Cooper

0

Probabilmente sarà uscito fuori nel vostro Spotify September song, e magari l’avete anche apprezzata. Non è stato solo il caso di JP Cooper: ma ho intervistato anche un altro artista a Groningen che aveva avuto tantissimi stream e… è strano sapete, anche se qui siamo nativi e cresciuti digitali, dire “ehy, ma tu su spotify hai fatto tanti ascolti”. Al di là del successo di quello che è un singolo prodromo di un album che ci dice proprio JP verrà fuori nei prossimi mesi, possiamo dire che il ragazzo c’è. Anche perché il set ad Eurosonic era in AAKerk e in solo, mentre lui, dice, è abituato a girare con la band.
Cosa lo aiuterà poi? In questa carica di ragazze che stanno trovando il loro meritato posto nella musica arriva un soulman dai dread con la faccia pulita e sorridente. Uno di quelli che “nonostante i capelli” piacerà tanto anche alla mamma.
La formazione in una Manchester culla del britpop di un soulman è già di per se una notizia. Figurarsi se poi l’operazione, crescendo musicalmente anche in un coro gospel, è riuscita.

(audio interview in english, not perfect)

(thanks to Eurosonic Noorderslag and Global Publicity for this interview)

Share.

About Author

Comments are closed.