Dillon: in tour in Italia per due concerti-eventi a marzo

0

ELOGIATA DALLA CRITICA CON IL DISCO D’ESORDIO, “THIS SILENCE KILLS” (2011),

SI E’ DA SUBITO RICAVATA L’ATTENZIONE DEI MEDIA,

 RINCONFERMANDO LE SUE DOTI CON IL SUCCESSIVO “THE UNKNOWN” (2014).

IL SUO SOUND, DRAMMATICAMENTE MINIMALE ED ARRICCHITO DA UNA VOCE DARK-MELODICA, SI PONE TRA L’ELETTRONICA E LA MUSICA DA CAMERA.

A POCHI MESI DALLA PUBBLICAZIONE DEL LIVE CHE LA VEDE SUONARE CON UN CORO DI OLTRE QUINDICI VOCI FEMMINILI,

LA STRAORDINARIA ARTISTA BRASILIANA DI STANZA A BERLINO

 IN ITALIA PER DUE CONCERTI-EVENTI, DOVE SUONERA’ ACCOMPAGNATA DA UN CORO

dillon

giovedì 9 marzo 2017

ROMA – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

SALA PETRASSI

Via Pietro de Coubertin, 30

apertura porte ore: 20.00 – inizio concerto ore 21.00

prezzo del biglietto:

20 Euro + diritti di prevendita

biglietti in vendita su www.ticketone.it a partire dalle ore 11.00 di lunedì 5 dicembre 2016

  

sabato 11 marzo 2017

MILANO – BASE

Via Bergognone, 34

apertura porte ore: 21.30 – inizio concerto ore 22.30

prezzo del biglietto:

15 Euro + diritti di prevendita

20 Euro in cassa la sera del concerto

biglietti in vendita su www.mailticket.it partire dalle ore 11.00 di lunedì 5 dicembre 2016

 

Informazioni su come acquistare i biglietti:

Ticketone – 892.101www.ticketone.it

Mailticket – 02.00612154www.mailticket.it

www.internationalmusic.it059.644688

 

 

Nata in Brasile, cresciuta a Colonia e stabilitasi a Berlino, Dominique Dillon de Byington, alias Dillon, ha sempre avuto una chiara visione della sua arte. Con due album alle spalle – che considera parte dello stesso lavoro dato che raccontano una storia coerente – Dillon torna dopo due anni di silenzio per presentare il disco  “Live At Haus Der Berliner Festpiele”, pubblicato a fine settembre su etichetta BPitch Control/Audioglobe, ed i nuovi brani che vedranno la luce nel 2017.

Quando nel 2015, il Berlin Foreign Affairs Festival l’ha chiamata per sviluppare un’idea per un concerto unico, Dillon ha optato per una performance accompagnata da un coro di 16 elementi femminili e da Tamer Fahri Özgönenc, che ha collaborato e co-prodotto i suoi primi due album.

Sentivo l’esigenza di lavorare con le voci e di creare un livello aggiuntivo che soffiasse in questo spazio tra la musica elettronica e me. Ero molto attratta da questa idea, così Tamer e io abbiamo scritto e arrangiato le parti per il coro“, ha spiegato Dillon. Il coro aggiunge un nuovo livello fisico alla sua musica, che è dominata dal pianoforte e dai suoni elettronici, e la sua stessa voce danza nostalgicamente in questo spazio. La recente pubblicazione della registrazione dal vivo del concerto rivela come naturalmente questo nuovo elemento si inserisca nella sua musica drammaticamente minimale. “Quando ho iniziato a scrivere il mio nuovo album, “The Unknown”, sapevo giò che sarebbe stato una continuazione di This Silence Kills in termini sia di musica che di contenuto. Ora i due album sono stati rilanciati insieme, sia sul mercato discografico che nei concerti dal vivo. Per me, questo album potrebbe essere chiamato “This Silence Kills The Unknown“, rivela l’artista. Un film del concerto alla Hause der Beliner Festpiele è stato messo in vendita assieme all’album dal vivo. E nel 2017 arriverà un terzo album in studio, questa volta completamente separato dai lavori precedenti, che la stessa Dillon descrive come un “album d’amore”.

www.dillonzky.comwww.facebook.com/dillonzky

Info tour: www.internationalmusic.it059.644688

Share.

About Author

Comments are closed.