Il 30 settembre esce il nuovo disco di Petula Clark

0

Con tre Grammy Awards e milioni di dischi venduti, Petula Clark è l’icona dietro innumerevoli grandi successi di livello mondiale come “Downtown”, “I Know A Place”, “My Love”, “This Is My Song” e “I Couldn’t Live Without Your Love”. “From Now On” è un disco che dimostra un continuo amore per la creatività musicale e la capacità di ispirare il pubblico di tutto il mondo, la carriera di questa star britannica è di per se una storia che i giovani artisti possono solo aspirare ad emulare.

 

Il nuovo capitolo nella carriera di Petula Clark arriverà il 30 di settembre con la realizzazione di un nuovo album in studio dal titolo ‘From Now On’. Elettronica “glossy” a volte, suoni analogici in altri frangenti, questo è un album che suona del tutto come “un disco dei nostri tempi”, e senza cercare di esserlo. Il primo singolo sarà “Sacrifice My Heart”, un brano elettronico, una canzone pop, in cui è consentito alla voce di Petula Clark di muoversi liberamente, in cui si può sentire la gioia nella sua performance.

Si sente l’umore di Petula Clark quando canta “Miracle To Me”, uno dei brani composti da lei stessa, scritto tra le montagne francesi e impreziosito poi dalle linee di pianoforte, anch’esso suonato sempre da Petula.

C’è una sua cover di “Blackbird” dei Beatles, in cui lei dà alla canzone “un paio di ali molto diverse”. Si sente anche sulle canzoni il flirtare con altri generi, come nel country swing di “Endgame”, e nelle sensibilità dance di “Sincerely”.

 

“Once you say, ‘I know how to do this’, it’s time to move on to the next thing,” she says. “I’m learning all the time, and it never stops. And to do new songs – it’s like having love affairs. They’re always my favourites because they’re sort of slightly unknown. I love singing the old songs, but I’ve done that. Newness is important to me. Moving on is important to me.” PETULA CLARK

 

Ci sono altre cover in questo disco, ma sono cover affrontate con il piglio di chi vuole trovare delle strade alternative e dei nuovi suoni. Petula Clarkera preoccupata di ricantare “Fever” di Peggy Lee – si sono incontrate anni fa, e hanno anche cantato insieme – ma la preoccupazione è spazzata dal sound rock che la circonda.

Altra cover è la hit del 1980 di Steve Winwood “While You See A Chance” che poggia la sua forza su di un coro, realizzato quasi per caso delle persone che lavorano in studio.

Le connessioni francesi di Petula Clark sono esplorate in modi affascinanti. Da segnalare è “Pour Etre Aime De Toi”, una nuova collaborazione tra lei e CharlesAznavour: in cui le parole del francese si sono modellate attorno alla musica dell’artista Britannica.

“From Now On” riunisce Petula Clark con John Owen Williams, il produttore delle Peel Sessions, nonchè il mentore delle carriere diHousemartins e The Proclaimers negli anni ‘80, e che più recentemente ha prodotto Paul Heaton e Jacqui Abbott.

 

Petula Clark è una bambina prodigio che ha fatto il suo debutto alla Radio, alla BBC, nel 1942.  La carriera di della star britannica è stata sia sfaccettata e davvero internazionale. Dopo aver segnato il suo primo successo nel 1954 con “The Little Shoemaker”, dopo un piccolo concerto a Parigi nel 1960, un concerto senza grandi progetti dietro,  si è scatenato il successo in Francia che in parallelo ha replicato quello che aveva già ricevuto in Inghilterra.

La massima esposizione di Petula Clark è stata negli anni ’60, quando ha pubblicato dei veri e propri classici scritti da Tony Hatch. La sua abilità nel cantare in Inglese, Francese, Italiano, Tedesco e spagnolo ha fatto solo in modo che la sua voce arrivasse più facilmente a tutti, non è un caso chePetulaClark abbia collezionato ben 159 hits nella Top 40 in tutto il mondo.

Non stupisce la lista infinita delle collaborzioni di questa star, si va da John Lennon a Michael Jackson, Serge Gainsburg, Jaques Brel, Tom Jones,Dean Martin e Paolo Nutini. Oltre a questo è stata lei a far incontrare i The Carpenters con la a&m Records. Non solo musica infatti negli anni è stata coinvolta anche in progetti cinematografici recitando con Fred Astaire e Peter O’Toole. Nel 1980 è stata l’attrice protagonista del musical “The Sound Of Music” che fece il record di prevendite in UK. Il teatro l’ha vista anche sui palcoscenici di Broadway e Los Angeles collaborando anche con Andrew Lloyd Webber.

 

Durante tutto il suo percorso, Petula Clark ha continuato a fare musica. Il suo album più recente è del 2013 intitolato “Lost In You” fu ottimamente accolto dalla critica. Il Guardian lo ha descritto come “elegante e sorprendente” e lo ha paragonato a Lana Del Rey, mentre il Telegraph ha dichiarato: “La cosa veramente sorprendente è che sembra assolutamente contemporaneo … si potrebbe pensare sia il debutto di qualche giovane cantautrice con un quarto dell’età di Petula Clark.”

 

Petula Clark annuncia anche i dettagli del suo primo tour del Regno Unito in tre anni che ad ottobre la porterà in 15 città inglesi per chiudere il 23/10 a Londra al Theatre Royal Drury Lane.

 

Official siteFacebook

Share.

About Author

Comments are closed.