Francesco Vittorio Amenta | Esce “Colors and Ties”

0

Si intitola Colors and Ties il nuovo album di Francesco Vittorio Amenta, in uscita per To Be Jazz,disponibile in tutti gli stores digitali dal 2 dicembre.

L’album, registrato in Olanda alla fine del 2014 da Barry Olthof presso Olthof Audio Productions, è composto di otto tracce, attraverso le quali Amenta descrive in musica istantanee di momenti vissuti. Un disco dal respiro internazionale, in cui il sassofonista e compositore italiano, da sempre attratto dal jazz, in tutti i suoi colori, dalla tradizione alle avanguardie, alle espressioni contemporanee, collabora in questo disco con giovani musicisti europei.

Il denominatore comune è, senza dubbio, costituito dall’amore e dal rispetto per la tradizione jazz, un omaggio ai grandi eroi e ai personaggi leggendari del jazz come Bill Evans, Theolonius Monk, Stan Getz e Cedar Walton.

In Colors and Ties Francesco Vittorio Amenta utilizza i colori del linguaggio musicale per raccontare, enfatizzare ed ironizzare su situazioni e momenti di vita vissuta; colori e legami, da qui il nome del disco Colors and Ties.

L’album, prodotto dall’etichetta To Be Jazz e distribuito dalla Self (Irma Records), è suonato in quintetto ed ha un taglio moderno. Viene, infatti, utilizzata la chitarra che sostituisce la tromba e conferisce al quintetto un sound nord europeo o, se si preferisce, si inspira alle tendenze americane attuali.
Colors and Ties verrà presentato in Italia nel mese di dicembre.

COLORS AND TIES – Tracklist

1-   Fascinating lies

2-    John Doe

3-    Be me

4-    Frantic

5-    Sunday afternoon

6-    Blue

7-    Winter

8-    Applepie

Sito: http://francescoamentajazzlab.weebly.com/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/amenta.francesco/

FRANCESCO VITTORIO AMENTA – BIO

Ha iniziato a studiare sassofono a 16 anni, a Bologna. Successivamente ha studiato con Piero Odorici e ha incominciato a frequentare i primi seminari di musica jazz, come “Siena Jazz”, “Urbino Jazz”, e masterclass al Conservatorio di  Verona tenuti da Barry Harris. I seminari sono stati l’occasione per fare esperienza in “Big Band” e per suonare con musicisti come Paolo Fresu, Enrico Rava, Marco Tamburini, Roberto Rossi, Eddie Henderson, George Garzone, Bob Franceschini, Tom  Kirkpatrick e tanti altri grandissimi musicisti.

Ha frequentato l’American School of Modern Music di Parigi, partecipando inoltre a masterclass con Johnny Griffin e Charles Lloyd.

Ha lavorato nell’ambito del teatro con l’attore di prosa Edoardo Siravo alla presentazione del “Festival del Cabaret Emergente” ed ha collaborato con  Lucio Caliendo alla colonna sonora del film “Dreaming by Number”,  realizzato per la televisione olandese e candidato al Festival I.D.F.A. di Amsterdam.

Successivamente ha frequentato il triennio sperimentale di jazz presso il Conservatorio di Musica “G.B. Martini” a Bologna, studiando con Barend  Middelhoff e Tomaso Lama, dove poi si è laureato.

Dal 2009 vive in Olanda, a Den Haag, e ha frequentato il The Royal  Conservatory (Koninklijk Conservatorium Den Haag) dove ha studiato con ottimi musicisti come Toon Roos, Eric Gieben, Erik Ineke, Rolf Delfos ed ha partecipato a workshop con Gwilym Simcock e Dave Glasser, Dave  Libman, Joshua Redman ed altri musicisti della scena olandese e americana del jazz. È attivo sullo scenario musicale olandese e italiano sia come leader che sideman, suonando in festival jazz e club.

 

Share.

About Author

Comments are closed.