Pussy Stomp: esce oggi B-Loose, il primo singolo tratto da “Guide for shy guys”

0

I Pussy Stomp sono un duo di origine sarda, composto da Mauro “Vanvera” Vacca (voce e basso) e Roberta ”Skip” Etzi (chitarra).
Formatisi nel 2012 i Pussy Stomp passano il primo anno di attività a definire il progetto con la composizione dei primi brani; la via tracciata è semplice: una musica immediata, possibilmente non scontata, che fonda la comune passione per il blues e le tinte fosche con l’urgenza punk e con il post-rock, il tutto senza disdegnare il formato canzone e, perché no, pure un pizzico di pop. La drum machine provvede ai ritmi asciutti.
Un duo che schiva la soluzione facile con un sound sbrigliato ma rigoroso, sfondo ideale per
racconti di mitologia da quartiere. La voce profonda si scontra con la frenesia acida della chitarra, mentre il basso e la drum machine dipingono uno scenario essenziale: questo è Pussy Stomp.
Dopo un anno di sala prove arrivano i primi concerti, tra cui quelli di supporto a Jennifer Gentle e Sulthan Batery in occasione dei loro tour sardi.
Luglio 2014 vede l’uscita dell’EP “Super Slut”, quattro brani su cassetta e download per la
On2Sides Records di Cagliari.
Dopo l’uscita di “Super Slut”, i Pussy Stomp cominciano una più intensa attività live, intramezzata
da sedute di registrazione per il loro album d’esordio: “Guide for shy guys”.
Registrato da Gabriele Boi, l’album è in uscita a Gennaio 2015, coprodotto da Hopetone Records di Cagliari e Riff Records di Bolzano.
guidefor
La cover di “Guide For Shy Guys”, che uscirà in digisleeve 13×18 per meglio
omaggiare i pin-up magazine ai quali è ispirato.
Volutamente minimale nei suoni e nei ritmi, melodico quanto basta e quanto si addice a storie che narrano di personaggi poco armoniosi, ma fortemente evocativi, l’album d’esordio dei Pussy Stomp è una “guida per ragazzi timidi” fatta di brani immediati dalla complessa semplicità.
L’artwork vuole essere un tributo ai pin-up magazine americani anni ’50 e ’60, quale EYEFUL, TITTER e BEAUTY PARADE e in particolare all’arte grafica di Robert Harrison; per questo il formato scelto è il digisleeve 18×13 cm, che più si avvicina alle fattezze di una rivista rispetto al classico formato cd.
Le bonus track fanno parte dell’EP d’esordio “Superslut”, uscito solo su cassetta e download.TRACKLIST

1.The Slow One
2.Teddy beer
3. Bellyworm Stomp
4. B-Loose
5. Mumusettete
6. Heaven
7. Twist a Jellyfish
8. Wild on Hugo
Bonus Tracks:
9. Super Slut
10. Shitpie Shuffle
11. Vampire

CONTATTI BAND
Facebook
Soundcloud

Share.

About Author

Comments are closed.