Le Guess Who? istruzioni per l’uso

0

Perché andare a Le Guess who? Perché se siete abitudinari dei locali/concerti indie è un buon modo per compattare e economizzare il tutto. Le Guess Who? è un festival che già si svolge da qualche anno a Utrecht, due volte all’anno (Maggio/Novembre)

Le date per l’anno prossimo sono già segnate: 23 Maggio per il May Day, dal 19 al 22 Novembre per Le Guess Who?

Anche se ho detto che all’inizio è un buon modo per economizzare (da Malpensa trovate voli di Andata e Ritorno a meno di 80 euro, se prenotati in anticipo) risparmiate un po’ di soldi: a Novembre non è proprio l’alta stagione per l’Olanda, anche se “stranamente” troverete gli hotel di Utrecht strapieni (occhio! A Utrecht, se non sabato notte, non girano bus notturni come ad Amsterdam!) e le sistemazioni alternative sono un po’ troppo creative. Prendendo il biglietto non appena esce in vendita però e la sistemazione e il volo i prezzi sono molto più contenuti di alcuni viaggi in auto (parlo di Parma-Milano ad esempio) per vedere solo 4-5 concerti.

Girare per le venue: Essendo un festival “indoor” i locali dove si esibiscono i diversi artisti sono molti, anche se principalmente molti dei concerti si svolgono nelle 5 sale del Tivoli. Naturalmente il modo migliore per muoversi, come in tutta l’Olanda, è noleggiare una bicicletta (viene circa 8 euro al giorno). Oppure, se volete spostarvi tra il Vrendeburg e il De Helling (o altre due sale non vicine) c’è sempre l’opzione bus… per la seconda ricorvatevi di comprare alla stazione una chipcard, in modo da poter sempre salire e scendere e pagare solo un tot al km.

Mangiare “al festival”. Probabilmente questo è uno dei festival dove sono stata dove si poteva mangiare nel modo più salutista possibile: Just Like your Mom è un catering vegano, già presente anche in altri festival, che era presente all’interno del Tivoli. Se quindi siete vegetariani o vegani non dovrete preoccuparvi di trovare cibo spazzatura o addirittura non trovare cibo per nulla: è anche aperto fino a tardi per piccoli snack. Gustoso anche per chi non è vegano o vegetariano.

Se comunque avete fame (girare per le sale è pur sempre un bell’esercizio, non sembra!) e se avete da tamponare i fiumi di birra (oltre alla birra normale all’interno di Le Guess Who? i bar propongono una selezione di birre olandesi e belga alla spina) la stazione è vicina al Vredenburg, e ci sono molti chioschi aperti 24h o almeno fino a mezzanotte, per poi riaprire alle 5. Nonché siamo in zona centrale: molti localini caratteristici a meno di 100 metri, così come i principali fast food sempre nello stesso raggio.

Ingobri: è inverno, le giacche sono pesanti e magari le borse pure. All’interno delle venue (beh, tranne la chiesa) sono presenti capienti guardaroba. Possiamo attestare anche sicuri, visto che nulla è stato tolto dalle tasche.

Fumare: giustamente nelle sale è vietatissimo fumare. Però sono presenti delle “camere” dove si può farlo, con aspiratori inclusi. Suona un po’ male, ma nell’inverno invece è una soluzione bella e comoda.

Bisogni: parliamone, se uno beve… ha anche il resto. I bagni nel Tivoli sono tantissimi, e sempre puliti anche nelle ore tarde.

Come è stato il festival? Potete farvi un’idea anche sul loro Flickr. Presto un nostro più dettagliato live report.

Se avete intenzione di andare a Leguesswho? l’anno prossimo e avete domande, scriveteci pure!

Share.

About Author

Comments are closed.