The Bank, arriva il 10 novembre ‘Europa Center’

0

The Bank è il nome di un trio di Bologna, formato da Francesco Brini (batteria), Domenico Loparco (basso) ed Emanuele Zullo (chitarra), autori di una sintesi originale di funk ed afro disco dub.

A due anni di distanza da ‘Upper Class‘, il debutto pubblicato dalla Bear Funk di Stevie Kotey dei Chicken Lips, arriva adesso il secondo “Europa Center”, in uscita il 3 novembre.

Questo lavoro mostra in maniera ancora più profonda l’amore per le radici black della band, grazie ad un sound onesto, fatto di bassi e batterie dalla forti influenze africane: ‘Le sessions di Europa Center’ sono state un’esperienza straordinaria, hanno svelato l’immediatezza live della band, mostrando ancora di più il nostro legame verso sonorità crude e graffianti’, dichiara Francesco Brini, che

In “The King Of Stones” ci sono echi dei gloriosi dischi dei Meters di Allen Toussaint con un Tony Allen alla batteria, mentre “Strings On Fire” non sfigurerebbe nella colonna sonora nella scena dell’inseguimento di Stuntman Mike in ‘Grind House’ di Tarantino. “San Francisco” ha una patina soul grazie al contributo del blues man americano Jeff Jones, che aleggia anche in “Shake It Like A Zombie“, così come “1989” è un pezzo funk con un break pronto ad essere campionato dai dj’s più giovani.

Registrato a Berlino al Templeton e masterizzato da Mike Marsh all’Exchange di Londra, ‘Europa Center’ è pubblicato da Ambassador’s Reception, un’altra label di Kotey che ha nel suo roster artisti culto dell’attuale scena dance underground londinese, come Max Essa, Loud E, Andy Meecham, Rodion ed Albion, tra i tanti.

TRACKLIST
1 – Free Keys

2 – The King of Stones

3 – Shake It Like A Zombie

4 – Dive Bar

5 – Berliner

6 – Prinzlaueberg

7 – San Francisco

8 – 1989

Share.

About Author

Comments are closed.